Business Media Relations

The Future Makers 2017: BCG seleziona 100 giovani talentuosi per la nuova classe dirigente italiana

Il progetto “The Future Makers” è stato lanciato del Boston Consulting Group lo scorso anno in occasione del 30° anniversario di attività di BCG in Italia. La seconda edizione dell’evento ha avuto luogo a Milano dal 19 al 22 giugno 2017.

La società di consulenza seleziona cento giovani di talento ai quali offre gli strumenti per diventare voci autorevoli della futura classe dirigente italiana.

Quest’anno i 100 studenti si sono confrontati con alcune persone di successo della business community italiana ed estera. Tra gli altri alla seconda edizione hanno partecipato: il Commissario straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale Diego Piacentini, il CEO di Enel Francesco Starace, l’atleta paralimpica Bebe Vio, il direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco, il CEO uscente di Poste Francesco Caio, il Presidente del Gruppo Zambon Elena Zambon.

I The Future Makers della seconda edizione
I 100 The Future Makers della seconda edizione

Per tutta la settimana il nostro team digitale ha supportato la squadra del Boston Consulting Group nella copertura social dell’evento.

la squadra d'I comunicazione
La squadra d’I comunicazione al lavoro

Boston Consulting Group e The Future Makers: Link utili

Pagina Facebook ufficiale dell’evento: BCG – The Future Makers 2017

Il portfolio dei nostri lavori per Boston Consulting Group: Portfolio – Boston Consulting Group

Il primo giorno di quotazione per Digital360 Group in Borsa Italiana

Il 13 giugno Digital360 Group è ufficialmente entrata nel segmento AIM di Borsa Italiana.

Il nostro studio ha fatto parte del team come advisor di comunicazione. Ecco alcune foto della giornata:

Borsa Italiana

Umberto Bertele
Umberto Bertele – Presidente Digital360

Andrea Rangone

Andrea Rangone – amministratore delegato Digital360

Piero Orlando e Carlo d’Ippolito (d’I comunicazione) e Umberto Bertele (Digital360) 

Digital360: Link utili

Ulteriori informazioni – sul sito ufficiale di Digital360

Il portfolio dei nostri lavori per Digital360: Portfolio – Digital360

L’Assemblea Generale di Assolombarda: l’elezione del nuovo presidente

Lunedì 12 giugno a Milano avrà luogo L’Assemblea Generale di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza.

Alle ore 9:00 presso la Fondazione Cariplo in via Romagnosi 8 verrà eletto il Presidente di Assolombarda e la sua squadra per il quadriennio 2017-2021.

Alle ore 11:00 l’Assemblea proseguirà in seduta pubblica, presso il Teatro alla Scala, Piazza della Scala.

Assolombarda: Link utili

Ulteriori informazioni – sul sito ufficiale di Assolombarda

Il portfolio dei nostri lavori per Assolombarda: Portfolio – Assolombarda

 

Studio d'I comunicazione all'evento Forum PA 2017

Forum PA 2017: un’edizione da record

L’evento di Forum PA 2017 è stato seguito per il primo anno da noi. Ha registrato 240 giornalisti accreditati e 874 uscite, di cui 181 lanci di agenzia, 87 articoli su quotidiani e periodici, 31 servizi radio televisivi e 575 uscite sul web.

La squadra dello studio d'I comunicazione all'evento Forum PA 2017La 28a edizione di Forum PA 2017 ha avuto luogo a Roma dal 23 al 25 maggio e ha avuto come focus la sostenibilità nella pubblica amministrazione.

Forum PA 2017: Link utili

Il portfolio dei nostri lavori per Forum PA: Portfolio – FPA

 

Forum PA 2017: L’innovazione e la sostenibilità

Il Forum PA 2017 è l’evento sull’innovazione della Pubblica Amministrazione. Si terrà a Roma dal 23 al 25 maggio.

Il tema di questa edizione sarà la sostenibilità. Solo una Pubblica Amministrazione più “sostenibile” permetterà all’Italia di raggiungere entro il 2030 i 17 obiettivi che sono stati approvati a settembre 2015 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Forum PA 2017: Link utili

Il programma, gli speakers ed ulteriori informazioni – sul sito ufficiale di Forum PA

Il portfolio dei nostri lavori per Forum PA: Portfolio – FPA

La sanità alla rincorsa del cittadino digitale

Medici e pazienti sempre più “connessi”. Internet, App e Social Media sono entrati nelle loro vite quotidiane, consentendogli un’interazione più efficace. Ma a fronte di questa maggior connessione a che punto è l’innovazione digitale nella sanità italiana? Questo è stato il focus del convegno dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità degli Osservatori Digital Innovation.

Spesa complessiva per la sanità digitale

Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità: il commento dell’esperto

Mariano CorsoMariano Corso , responsabile scientifico dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità, degli Osservatori Digital Innovation ha aperto il convegno: “La Sanità italiana è a un bivio.  Appare ormai chiaro come l’innovazione digitale sia essenziale per andare verso una Sanità sostenibile. Occorre però accelerare e rimuovere barriere e inerzie all’innovazione cominciando dal valorizzare al meglio le iniziative di successo già presenti sul territorio italiano ed europeo.”

 

 

Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità: Link utili

Il comunicato stampa dell’evento sul sito degli Osservatori Digital Innovation.

Il portfolio dei nostri lavori per la School of Management del Politecnico di Milano: Portfolio – SOM

Crisi Alitalia - l'analisi di Umberto Bertelè

L’intervista di Umberto Bertelè sulla crisi Alitalia

Quali sono le radici della crisi Alitalia?

Per la terza volta in dieci anni la compagnia aerea Alitalia rischia il fallimento. Nel corso del 2016 ha perso quasi un milione di euro al giorno e oggi ha quasi terminato la liquidità per acquistare il carburante necessario a far volare i suoi aerei.

Quali i possibili scenari futuri per la compagnia di bandiera italiana? Umberto Bertelè, esperto d’economia e professore emerito di strategia aziendale, è stato intervistato su Rai News 24.

Crisi Alitalia: l’analisi di Umberto Bertelè

 

Ti potrebbe anche interessare:

Altre interviste di Umberto Bertelè nel portfolio dei nostri lavori per la School of Management del Politecnico di Milano: Portfolio – SOM

Internet of Things in Italia è in crescita: la ricerca degli Osservatori Digital Innovation

Il mercato dell’Internet of Things in Italia cresce di più degli altri Paesi occidentali. Nel 2016, il volume d’affari è salito del 40%, raggiungendo i 2,8 miliardi di euro. E’ uno dei risultati più significativi della ricerca degli Osservatori Digital Innovation presentata il 21 aprile attraverso l’Osservatorio Internet of Things.

 

Convegno Internet of Things deli Osservatori Digital Innovation

I motivi della crescita del settore Internet of Things in Italia

Le ragioni della crescita sono le seguenti. Prima di tutto gli obblighi normativi sui contatori intelligenti (34%) e alla diffusione di auto connesse (20%). Seguono le soluzioni per lo Smart Building (510 milioni di euro, 18% del mercato), un ambito che mostra una crescita del +45% rispetto al 2015 e buoni risultati anche della Smart Logistics a supporto del trasporto (250 milioni di euro, 9% del mercato) per la gestione delle flotte aziendali.

 

 

 

La crescita del mercato dell'Internet of Things in Italia

Internet of Things in Italia: i commenti degli esperti

Angela Tumino, direttore dell’Osservatorio Internet of Things
Angela Tumino

Secondo Angela Tumino, direttore dell’Osservatorio Internet of Things, il mercato dell’Internet of Things in Italia è un mercato maturo, è il momento di andare oltre livello attuale di connessione degli oggetti per spostare attenzione verso servizi. Ad esempio, la smartcar abiliterà nuovi servizi per la sicurezza e il risparmio energetico. I dispositivi della Smart Home consentiranno di monitorare i consumi energetici per ridurre sprechi. In fabbrica il monitoraggio degli impianti produttivi consentirà addirittura il pagamento dei macchinari in base all’effettivo utilizzo.

 

 

Giulio Salvadori, ricercatore dell’Osservatorio Internet of Things
Giulio Salvadori

 

Commenta Giulio Salvadori, ricercatore dell’Osservatorio Internet of Things: “Nonostante il 51% dei comuni medio-grandi ha avviato progetti smartcity negli ultimi 3 anni, il 56% delle iniziative è ancora in fase sperimentale. La smartcity in Italia è ancora in cerca d’autore, la maggior parte delle iniziative si arena dopo la prima fase ed è fondamentale una strategia nazionale condivisa.”

 

 

 

Osservatorio Internet of Things: Link utili

Il comunicato stampa dell’evento sul sito degli Osservatori Digital Innovation.

Il portfolio dei nostri lavori per la School of Management del Politecnico di Milano: Portfolio – SOM